domenica 21 febbraio 2016

I mille modi dell'amore

Titolo: I mille modi dell'amore
Autore: Mako Yoshikava
Editore: Piemme
Anno: 2000 (edizione originale 1999)
Traduttore: Armando Romeo
Stelle: 3 su 5
Pagine: 335
In due parole: tre generazioni di donne alle prese con l'amore e se stesse



Tre donne, tre generazioni e tre storie d'amore: la prima Yukiko è una geisha che si innamora di un cliente per cui abbandona la vita da cortigiana (e le amicizie che aveva) per diventarne prima l'amante e poi la sposa; la seconda Akiko è sua figlia, se ne va dal Giappone per sposare, contro la volontà dei genitori, un lontano cugino che si rileverà essere un uomo violento e che l'abbandonerà solo negli Stati Uniti; la terza è Kiki la figlia di Akiko e nipote di Yukiko che ha perso l'uomo che amava sotto una valanga in Nepal. Phillip continua a comparire a Kiki come una fantasma muto, una presenza struggente... nella sua lenta elaborazione del lutto Kiki racconta la storia del suo nuovo amore, quella della nonna e quella della madre e dei loro di amori e di dolori. Non c'è niente di soprannaturale nel romanzo, Phillip non è un fantasma ma una sorta di memoria d'amore, un amore che può salvare come è stato per Yukiko e per Kiki in parte, ma anche imprigionare nel proprio destino come invece è stato per Akiko.