venerdì 28 ottobre 2016

L'isola dell'infanzia

Titolo: L'isola dell'infanzia
Autore: Karl Ove Knausgård
Editore: Feltrinelli
Anno: 2015 (edizione originale 2009)
Traduttore: Margherita Podestà Heir
Stelle: 3 su 5
Pagine: 495
In due parole: viaggio a ritroso nel tempo nei tormenti e nelle asperità dell'infanzia


domenica 23 ottobre 2016

Riportando tutto a casa

Titolo: Riportando tutto a casa
Autore: Nicola Lagioia
Editore: Einaudi
Anno: 2009
Stelle: 3 su 5
Pagine: 288
In due parole: un viaggio a ritroso nell'adolescenza, tra amicizie e amori ormai perduti


mercoledì 19 ottobre 2016

Dio di illusioni

Titolo: Dio di illusioni
Autore: Donna Tart
Editore: Rizzoli
Anno: 2003 (edizione originale 1992)
Traduttore: Idolina Landolfi
Stelle: 4 su 5
Pagine: 622
In due parole: un docente carismatico ma distante e un gruppo di ragazzi che cerca di incarnare gli ideali da lui descritti, un gioco pericoloso e un destino inesorabile


mercoledì 12 ottobre 2016

Kobane Calling

Titolo: Kobane Calling
Autore: Zerocalcare
Editore: Bao Publishing
Anno: 2016
Stelle: 4 su 5
Pagine: 261
In due parole: sintesi a fumetti di tre viaggi nei territori curdi, tra Turchia, Iraq e Siria


martedì 11 ottobre 2016

La morte del padre

Titolo: La morte del padre
Autore: Karl Over Knausgård
Editore: Feltrinelli
Anno: 2014 (edizione originale 2009)
Traduttore: Margherita Podestà Heir
Stelle: 3 su 5
Pagine: 505
In due parole: flusso di coscienza sull'infanzia, l'adolescenza, padri, figli, morte e scrittura

mercoledì 5 ottobre 2016

Lo spazio bianco

Titolo: Lo spazio bianco
Autore: Valeria Parrella
Editore: Einaudi
Anno: 2008
Curiosità: dal libro Francesca Comencini ha tratto un film con Margherita Buy
Stelle: 4 du 5
Pagine: 112
In due parole: la lunga attesa di Maria, madre di una bimba nata prematura


domenica 2 ottobre 2016

L'amore per caso

Titolo: L'amore per caso
Autore: Melissa Bank
Editore: Frassinelli
Anno: 2005 (edizione originale 2005)
Traduttore: Marcella Maffi
Stelle: 3 su 5
Pagine: 377
In due parole: trovare la propria identità, un lavoro e infine l'amore, senza troppe menate e senza esagerare con il romanticismo