lunedì 30 maggio 2016

L'assassino cieco

Titolo: L'assassino cieco
Autore: Margaret Atwood
Editore: Tea
Anno: 2001 (edizione originale 2001)
Traduttore: Raffaella Belletti
Stelle: 4 su 5
Pagine: 548
In due parole: la storia di due sorelle tra confessioni, cronaca e racconti a cavallo tra le due guerre mondiali


A 92 anni Iris inizia a scrivere una lunga confessione, la storia sua e di sua sorella Laura, della loro famiglia... Figlie di un industriale canadese, a causa della crisi del '29 si ritrovano alla bancarotta e Iris dovrà fare un matrimonio di interesse per salvare padre e sorella. Ma le cose non andranno come sperato, il marito si rileverà un essere abietto, la sorella di lui è fin da subito insopportabile, il sacrificio di Iris non salverà Laura. Tante troppe cose resteranno non dette, una lunga storia d'amore finirà tragicamente. Sullo sfondo la grande guerra, la crisi, la guerra di Spagna, la seconda guerra mondiale. Una vita all'apparenza privilegiata, si rileverà essere una trappola mortale, per Laura non ci sarà un futuro, ma Iris riuscirà a costruirselo anche se non sarà certo quello in cui sperava e alla fine sarà solo rimorso e rimpianto. Scritto magnificamente - tra cronaca vera, diario, racconti nel racconto - mescola generi e stili riuscendo a mantenere un perfetto equilbrio e con un solido ancoraggio alla realtà.

Nessun commento: