martedì 8 dicembre 2015

L'amore fatale

Titolo: L'amore fatale
Autore: Ian McEwan
Editore: Einaudi
Anno: 1997 (edizione originale 1997)
Traduttore: Susanna Basso
Curiosità: ne è stato tratto un film nel 2004, nella parte del protagonista Daniel Craig
Stelle: 4 su 5
Pagine: 280
In due parole: un incidente fatale, una ossessione d'amore, la fragilità di tutte le coppie


Joe è un divulgatore scientifico, sua moglie Clarissa è una studiosa di Keats, durante un pic-nic assistono all'incidente di una mongolfiera causato da raffiche di vento molto violente, Joe cercherà di aiutare il pilota a riportare il pallone a terra insieme ad altri uomini, non ce la faranno, uno ad un molleranno il pallone (in cui è rimasto intrappolato un ragazzino), tutti tranne uno che, lasciato da solo dagli altri, finirà per precipitare e morire. Questo episodio, di per sè scioccante che costituisce tra l'altro un filo narrativo secondario nel romanzo, scatenerà in uno degli uomini accorsi in aiuto una erotomania a sfondo religioso nei confronti di Joe. Jed perseguiterà Joe nella convinzione di doverlo salvare dal suo ateismo per poterlo riportare all'amore di Dio, costruendo una realtà distorta in cui è Joe stesso a chiedergli di farlo. Non sarà facile far capire al resto del mondo, a cominciare da sua moglie, che Jed è pericoloso e che la sua ossessione non può essere liquidata con qualche battuta. Questa incomprensione da parte degli altri (che a ben pensarci spesso si ritrova nelle vicende di stalking) farà sentire solo Joe e lo allontanerà da Clarissa, incapace di comprendere la sensatezza dei timori del marito. Forse è proprio questo il punto più interessante del romanzo, il rapporto perfetto ed equilibrato tra i due, all'apparenza solidissimo, si rileverà estremamente fragile, lo shock dell'incidente potrebbe aver influito ma sarà proprio la persecuzione subita da Joe a mostrare come, anche nel matrimonio più riuscito, ci sono punti deboli che fanno presto a trasformarsi in crepe. La persecuzione è talmente inaspettata e fuori dalla regole condivise da entrambi da farli allontanare l'uno dall'altra, l'amore che provano è un meccanismo delicato che mal sopporta gli scossoni dovuti ad una erotomania fuori dagli schemi, il fatto che sia una persecuzione omosessuale è probabilmente uno dei motivi per cui Clarissa e anche la polizia sottovalutano la pericolosità di Jed e contribuiscono a far sentire Joe ancora più indifeso.

Nessun commento: